Go to Top

HOME

http://www.federcampeggiolombardia.it/blog/?p=700

Finalità & Mission

La promozione del turismo all’aria aperta in ogni sua forma Una maggior sensibilizzazione dei Comuni

continua
http://www.federcampeggiolombardia.it/blog/2012/12/le-opportunita/

Le opportunità

L’iscrizione ad uno dei nostri Club consente l’affiliazione alla Confederazione Italiana Campeggiatori

continua

Le credenziali

Confedercampeggio sta per Confederazione Italiana Campeggiatori: un ente morale, fondato il 2 luglio 1950,

continua

Blog - News Letter - Articoli

Ti aspettiamo dal 12 al 20 Settembre 2020 al SALONE DEL CAMPER presso la FIERA DI PARMA

Una visita alla Fiera di Parma, che potrai effettuare nella massima sicurezza, grazie alle misure adottate, oltre a consentirti di conoscere in un’unica occasione l’offerta della maggior parte dei produttori di veicoli ricreazionali, sarà una giornata “full immersion” nel turismo itinerante, infatti, oltre ai padiglioni dedicati ai veicoli ricreazionali, si

Read More

Aggiornamenti sul servizio Move-in

Aggiornamenti sul servizio Move-in richiesti a Regione Lombardia dal nostro Consigliere Nazionale Massimo Tritto.
Domande sulle norme anti-inquinamento :
1) Il progetto Move-IN proseguira ‘ anche da Ottobre 2020 al 2021 ?
2) I costi saranno gli stessi ?
3) C’ è qualche possibilita’ di uniformare MOVE-In a tutto il bacino padano ?
Risposte : si conferma che il progetto Move-In

Read More

Reportage Inchieste e Iniziative recenti

Notizie Utili

Il giorno 11 giugno la Conferenza della Regioni e Province Autonome ha emanato nuove linee guida

logo_confederale150Il giorno 11 giugno la Conferenza della Regioni e Province Autonome ha emanato nuove linee guida per la ripresa delle attività. Di seguito lo stralcio delle linnee per le strutture ricettive all’aria aperta.
…………………………
……………………………
STRUTTURE TURISTICO-RICETTIVE ALL’ARIA APERTA
Gli ospiti devono sempre utilizzare la mascherina nelle aree comuni chiuse (es. attività commerciali, spazi comuni, servizi igienici), e comunque sempre quando non sia possibile rispettare la distanza interpersonale di almeno un metro (ad eccezione degli appartenenti allo stesso nucleo familiare o dei soggetti che in ogni caso condividano gli ambienti per i pernottamenti). Durante l’attività fisica non è obbligatorio l’uso della mascherina.
I mezzi mobili di pernottamento degli ospiti (es. tende, roulotte, camper) dovranno essere posizionati all’interno di piazzole delimitate, in modo tale da garantire il rispetto delle misure di distanziamento tra i vari equipaggi, comunque non inferiore a 3 metri tra i 2 ingressi delle unità abitative, qualora frontali. Il distanziamento di almeno 1,5 metri dovrà essere mantenuto anche nel caso di utilizzo di accessori o pertinenze (es. tavoli, sedie, lettini, sedie a sdraio).
Raccomandazione agli occupanti della piazzola di pulire e disinfettare gli arredi esterni oltre a quelli interni.
Per i servizi igienici ad uso comune, considerata la peculiarità degli stessi nel contesto di queste strutture, sono introdotti interventi di pulizia da effettuare almeno 2 volte al giorno. In ragione di una maggiore affluenza degli ospiti, nel caso di occupazione superiore al 70% delle piazzole sprovviste di servizi igienici presenti nella struttura (escludendo quindi case mobili, bungalow e piazzole con servizi privati), la pulizia e la disinfezione sarà effettuata almeno 3 volte al giorno.
L’intervento di manutentori/dipendenti negli appartamenti in presenza degli ospiti dovrà essere effettuato in modo da garantire il distanziamento sociale di almeno un metro.

Per il testo completo vedi

http://www.regioni.it/…/emergenza-coronavirus-linee-guida-…/

ordinanza N 555 - 29 maggio con riferimenti alle strutture ricettive (campeggi e villaggi turistici)

STRUTTURE RICETTIVE ALL’APERTO (campeggi e villaggi turistici)

■ I mezzi mobili di pernottamento degli ospiti (es. tende, roulotte, camper) dovranno essere posizionati all’interno di piazzole delimitate, in modo tale da garantire il rispetto delle misure di distanziamento tra i vari equipaggi, comunque non inferiore a 3 metri tra i 2 ingressi delle unità abitative, qualora frontali.    Il distanziamento di almeno 1,5 metri dovrà essere mantenuto anche nel caso di utilizzo di accessori o pertinenze (es. tavoli, sedie, lettini, sedie a sdraio).

■ Raccomandazione agli occupanti della piazzola di pulire e disinfettare gli arredi esterni oltre a quelli interni.

45 Ordinanza 555_29maggio    Regione Lombardia

45 ALLEGATO_1_29maggiopdf

ORDINANZA N. 547 Del 17/05/2020 Identificativo Atto n. 2389 PRESIDENZA

Federazione Campeggiatori Lombardi

Ordinanza+Regione+Lombardia+547+del+17+maggio+2020

ORDINANZA N. 547 Del 17/05/2020 Identificativo Atto n. 2389 PRESIDENZA
– Extrapolato un dettaglio relativo alle piazzole Campeggi :PIAZZOLE DEI CAMPEGGI Il gestore avrà cura di porre in essere le condizioni per garantire il rispetto della distanza interpersonale – per persone diverse dallo stesso nucleo di persone – di almeno un metro.
Devono essere previste le seguenti condizioni minimali di esercizio:
• Delimitazione del limite della piazzola;
• i lati aperti (porta d’accesso) delle unità abitative posizionate nella piazzola (camper, tenda, roulotte) devono rispettare una distanza di almeno 3 metri tra le stesse unità.
• raccomandazione agli occupanti della piazzola di pulire e sanificare gli arredi esterni oltre a quelli interni.

COMUNICATO STAMPA Le imprese del Turismo all’aria aperta italiane reagiscono all’emergenza Covid19

COMUNICATO STAMPA
Le imprese del Turismo all’aria aperta italiane reagiscono all’emergenza Covid19
Sarà una stagione turistica in salita per tutto il settore dell’ospitalità ma le 2650 aziende che offrono
vacanze all’aria aperta in Italia sono determinate a reagire ed a riaprire i battenti. Anche se si dovranno
osservare norme comportamentali e protocolli di sicurezza il mondo del campeggio e dei villaggi
turistici resta una delle poche opportunità per condurre vacanze adeguate nell’estate del 2020.
I campeggi ed i villaggi turistici costituiscono insieme lo specifico segmento turistico definito
TURISMO ALL’ARIA APERTA con più di 10.000.000 di ospiti per circa 70 milioni di presenze
annuali, per un valore di 5 miliardi di euro di ricchezza generata, l’Italia è leader europeo del
turismo open air. Nel comparto sono impegnate 150.000 persone tra addetti diretti ed indotto.
Libertà, spazio e sicurezza sono caratteristiche intrinseche alla offerta turistica all’aria aperta.
È infatti indubbio che, proprio per la versatilità delle strutture che possono dedicare fino a 150 m2 per
nucleo familiare e nel contempo garantire un alto grado di sanificazione dei servizi e degli alloggi
consentendo agli ospiti una piena ed autentica libertà di movimento a contatto con la natura e
l’ambiente, i turisti possono trovare una risposta alla contingente domanda di distanziamento e
sanificazione imposta dalla pandemia di Covid19.
Tuttavia è necessario che le Autorità di governo e le strutture tecnico scientifiche di supportoindichino al più presto tempi e modi di riapertura in maniera da consentire alle imprese una
adeguata preparazione all’accoglienza. I codici ATECO di riferimento del settore (55.20.10 – Villaggi
turistici e 55.3 – Aree di campeggio e aree attrezzate per camper e roulotte) devono essere inclusi al
più presto tra le attività consentite ancorché regolamentate.
Le sorti delle imprese e delle loro
maestranze dipendono dalla tempestività e dalla chiarezza di prescrizioni che devono guardare al bene
primario della salute senza dimenticare l’esigenza di poter fruire di una vacanza. Le nostre aziende
praticano la sanificazione e sono pronte ad adeguarsi alle linee guida già diffuse per come saranno
validate dalle competenti Autorità scientifiche, accogliendo gli ospiti in un contesto di qualità e
sicurezza dei servizi offerti.
“Il turismo è una risorsa primaria per l’economia nazionale e non dedicarle l’attenzione che merita e
le compete rappresenterebbe un errore imperdonabile per gli ulteriori danni che si realizzerebbero se
incertezza ed immotivate chiusure dovessero protrarsi. Ci auguriamo che già nei prossimi giorni il
Governo e le Regioni pongano in essere deliberazioni che consentano la pronta ripartenza delle nostre
aziende turistico ricettive all’aria aperta” è quanto affermano Angelo Macola – ASSITAI
CONFINDUSTRIA, Monica Saielli – ASSOCAMPING CONFESERCENTI, Maurizio Vianello -
FAITA-FederCamping – CONFTURISMO.
Roma lì 30 aprile 2020

ordinanza 29 maggio next prev