Go to Top

Solidarietà per ACTI MILANO

Ciao Max e Stefy,  apprendiamo ieri la triste notizia di cessata attivita’ del Vs. Club ACTI Milano.
Come dicevo al telefono anche noi del GCI di Nova siamo stati li’ per li’ per chiudere e quindi so come vi sentite o come avete combattuto contro la chiusura.
La crisi dell’associazionismo classico come il nostro , la mancanza di ricambi e di nuove idee ha portato a delle situazioni difficili da gestire. Non ho delle ricette vincenti, ma cerchero’ con le mie forze di arginare questo problema.
Voi eravate in quel gruppo che ” ha voglia di fare ” e non puo’ finir tutto cosi’ .
Vi invito a essere ancora attivi con Federcampeggio Lombardia e di non perdere lo spirito sia organizzativo che culturale ( soprattutto Stefy) che ci avete mostrato.
Il mio GCI vi abbraccia e spera di vedervi presto , con una sangria o con una gita per Monza, vale tutto .

Con affetto,

Max Tritto
Presidente GCI Nova Milanese

2 Responses to "Solidarietà per ACTI MILANO"

  • Pio Rotondo
    1 novembre 2018 - 12:19

    Carissimo Massimo,
    ho appreso con estremo dispiacere la tua decisione di chiudere il Club. La perdita di una entità nel nostro ambito federativo lascia comunque un vuoto.
    Non posso non essere d’accordo su quanto scritto da Max Tritto. Siamo tutti coscienti della crisi che da qualche anno coinvolge l’associazionismo, e quello camperistico in particolare, ma proprio per questo non dobbiamo mollare, dobbiamo intensificare i nostri sforzi, trovare idee nuove, e probabilmente percorrere vie diverse.

    Per quanto mi riguarda, pur non essendo più presidente di un Club, ho deciso di continuare a collaborare con Federcampeggio, e intendo ancora farlo in futuro, intenzione che ho anche espresso nell’ultima riunione alla quale ho partecipato, pur tenendo conto delle difficoltà causate dalla mia situazione logistica. Per questo mi associo all’invito rivoltoti da Max Tritto a non abbandonare Federcampeggio Lombardia. La tua, e quella di Stefy, “voglia di fare” potrà essere ancora preziosa per la Federazione, principalmente allo scopo di promuovere, anche nell’ambito camperistico, un turismo di qualità.

    Un affettuosissimo abbraccio a te e alla tua famiglia, anche da parte di mia moglie Elia.

    Pio Rotondo
    Challenger & Chausson
    Camper Club Italia

  • francomonateri
    3 novembre 2018 - 13:44

    Carissimo Max, mi associo a quanto scritto dai precedenti. Io, ormai da tempo, non sono più rappresentante del mio club ma, come vedi, bazzico ancora in Federcampeggio. Ritengo esclusivamente in qualità di amico di rivolgermi a te per sollecitarti a far parte ancora di questa realtà che per anni abbiamo condiviso convinto che il tuo contributo di camperista e ultimamente di imprenditore turistico non debbano andare disperso, un abbraccio convinto di rivederci a presto, ciao.